Noi uilizziamo dei cookie. Scopri di più nel nostro Politica sulla privacy.

Impostazioni dei cookie

Abbiamo assolutamente bisogno di questi cookie per il corretto funzionamento del sito.

Questi cookie migliorano l'esperienza dell'utente. Per esempio, salvando le impostazioni della lingua che avete scelto. Se non consente questi cookie, alcuni di questi servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Questo sito web può offrire contenuti o funzionalità che sono forniti da terzi sotto la loro responsabilità. Queste terze parti possono impostare i propri cookie, ad esempio, per tracciare l'attività dell'utente o per personalizzare e ottimizzare le loro offerte. Questi possono includere, tra gli altri, i seguenti cookie:
_ga (Google Analytics)
_gid (Google Analytics)
_gat_gtag_UA_116310506_3 (Google Analytics)
- NID (Google Maps)

Weiter einkaufen
Es befinden sich keine Produkte im Warenkorb.

Sentieri per escursioni

Escursionismo in zona pascolo
La Svizzera dispone di oltre 65.000 km di sentieri escursionistici, molti dei quali sono in zona di pascolo. L'escursionismo gode di un nuovo slancio: l’organizzazione Sentieri svizzeri ha registrato negli ultimi anni un incremento di escursionisti, soprattutto delle giovani generazioni.  Molti escursionisti in zona di pascolo hanno poca esperienza, se non addirittura nessuna, nel relazionarsi con il bestiame e/o i cani da protezione delle greggi e spesso non sanno qual è il comportamento giusto da adottare.  L’incontro con gli animali può talvolta dare luogo a interazioni non volute o a incidenti che spesso vengono scatenati da comportamenti umani sbagliati (inconsapevoli). 

Animali al pascolo in zona di escursioni
Di base gli allevatori sono responsabili dei danni causati dai loro animali fintanto che si dimostra che non si sono presi cura dei loro animali e non li hanno sorvegliati come avrebbero dovuto (CO, art. 56). Chi ha un allevamento di mucche e i cani da protezione delle greggi deve fare un’analisi dei rischi e un piano delle misure da adottare per limitare i rischi e deve metterlo in pratica non appena i sentieri per escursioni passano dal suo pascolo.

SPIA in collaborazione con varie organizzazioni di settore ha sviluppato volantini informativi e liste di controllo per assistere gli allevatori nello svolgimento del loro compito di vigilanza e valutazione dei rischi.

Percorso didattico del bestiame - non solo muuu!

SPIA ha sviluppato un percorso didattico diviso in 15 sezioni per la zona pascolo per dare un’idea di come vivono, come reagiscono e come si comportano le mucche. Il percorso didattico fornisce consigli su come comportarsi nel modo giusto e mostra come evitare confronti spiacevoli con gli animali.

Le tavole hanno parole chiave e forniscono risposte brevi e comprensibili a varie domande. Sono costituite da robusti supporti in acciaio cromato riciclato e pannelli resistenti alla luce e agli agenti atmosferici e da un sistema di cambio rapido. Un codice QR porta anche a un sito web che mostra il contenuto della scheda in tedesco, francese, italiano e inglese. Il percorso educativo è adatto a fattorie in aree con un'alta frequenza di visitatori, lungo sentieri per passeggiate o escursioni, pascoli o anche nell'area dell'aia.

Panoramica delle 15 tavole 
Vista del tabellone di partenza

Inoltre, è disponibile una scheda unica che richiama l'attenzione sulle tre regole di comportamento più importanti per mezzo di pittogrammi e le spiega brevemente in termini semplici. Serve come supplemento al cartello ufficiale di avvertimento verde "Le mucche madri proteggono i loro vitelli" e può essere installato, per esempio, nei punti di partenza delle escursioni, nelle stazioni di montagna, nei ristoranti, sulle pareti informative, nelle aree di sosta, ecc.

Le tavole sono resistenti ai raggi UV e alle intemperie e stampate a colori su lastre Dibond nelle dimensioni 42 x 86 cm.

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

Direttore del progetto “Percorso didattico”: 

Heinz Feldmann | Esperto di sicurezza |  +41 62 739 50 72 | heinz.feldmann@bul.ch